fbpx

Cos’è il fintech? Uno sguardo approfondito alla nuova tecnologia finanziaria

L’industria fintech è diventata una delle scelte migliori per gli investitori, con il 47% di loro che desidera investire in essa dopo i servizi finanziari (76%).

Fintech è descritto come tecnologia che digitalizza o automatizza i sistemi finanziari tradizionali. Puoi trovare il suo utilizzo, dall’accesso ai tuoi conti bancari online al pagamento del tuo uber o all’investimento in bitcoin.

Il mercato globale del fintech valeva 127,66 miliardi di dollari nel 2018 e, con il 24% di CAGR, si prevede che raggiungerà almeno 309,98 miliardi di dollari entro il 2022.

In precedenza, i consumatori erano limitati nell’uso del proprio denaro. Frequentavano personalmente gli istituti finanziari per portare a termine qualsiasi lavoro. Ma ora l’orizzonte fintech ha ampliato la portata di questi servizi e ha creato maggiori opportunità per i clienti offrendo servizi di prim’ordine a costi inferiori o nulli.

Questo articolo discuterà il fintech, come funziona, il suo futuro e i tipi di innovazioni fintech.

Cos’è il fintech?

Fintech si riferisce all’integrazione della tecnologia nell’offerta di servizi finanziari per rendere il processo senza soluzione di continuità per i clienti. L’uso di questa tecnologia è sia in back-end che in up-front.

Il mondo è fortemente focalizzato sul fintech per l’elaborazione dei pagamenti, la contabilità e le transazioni di e-commerce. Con l’aiuto di fintech, puoi depositare assegni online, pagare bollette o spostare denaro dai conti.

Fintech sta diventando popolare ogni giorno perché fornisce gratificazione immediata ai clienti. Ciò significa che l’estrazione di informazioni che una volta richiedeva così tanto tempo è disponibile in pochi secondi.

Le aziende stanno spendendo molti soldi per assumere le migliori società di sviluppo di servizi fintech che possono aiutarle a sfruttare un mercato così redditizio.

Anche i consumatori ora mostrano fiducia nell’uso di tali tecnologie. Un rapporto di EY ha rilevato che il 96% delle persone ha sentito parlare di trasferimento fintech e il 75% lo ha utilizzato. Inoltre, l’89% degli adottanti delle PMI è disposto a condividere i propri dati con le società fintech.

Come si è evoluto il fintech?

Un documento scritto da Arneris, Barberis e Ross divide l’industria fintech in quattro linee temporali:

1. Fintech 1.0 (1886-1967)

Qui, parliamo degli elementi costitutivi della globalizzazione finanziaria. La prima volta che potevamo inviare informazioni finanziarie attraverso i confini tramite telegrafo. Negli anni ’50 abbiamo assistito al lancio delle carte di credito per optare per le transazioni senza contanti.

2. Fintech 2.0 (1967-2008)

L’era ha segnato l’emergere del primo bancomat e della prima calcolatrice portatile nel 1967. Successivamente, nel 1973, abbiamo assistito alla creazione della SWIFT (Society For Worldwide Interbank Financial Telecommunications) per avviare pagamenti di grandi volumi. Gli anni ’80 sono stati resi popolari grazie all’inizio dei pagamenti online, che sono cresciuti con i negozi Internet e di e-commerce.

3. Fintech 3.0 (2008-attuale)

Il lancio di Bitcoin v0.1 nel 2009 ha segnato una nuova era del settore fintech. Successivamente, sono state lanciate molte criptovalute diverse, seguite dal più grande incidente di criptovaluta nel 2018. L’industria fintech è cresciuta enormemente dopo che così tante persone hanno avuto accesso a Internet. Così, nel 2011 abbiamo assistito alla nascita di Google Wallet, seguito da Apple Pay nel 2014.

4. Fintech 3.5 (2008-attuale)

L’era attuale è incentrata sull’adozione del fintech e sulla creazione di varie opportunità di mercato all’interno dei paesi. Ad oggi, la Cina e l’India ne fanno il maggior utilizzo, seguite dal Regno Unito. Brasile e Australia. I consumatori si stanno allontanando dai tradizionali sistemi bancari fisici e utilizzano l’ultima soluzione più rapidamente rispetto al mercato occidentale.

Perché le persone sono inclini ai prodotti fintech?

Ci sono alcune ragioni significative per cui le persone sono così entusiaste dell’adozione di prodotti fintech, tra cui:

1. I consumatori hanno più scelte su come gestire i propri soldi.

Gli istituti finanziari hanno alzato il livello entrando nel mercato della tecnologia. La maggior parte di queste istituzioni ha costruito sistemi che possono essere gestiti da remoto, dando ai consumatori un vantaggio nella gestione dei propri soldi. Il costo per le operazioni fintech è piuttosto basso e fornisce l’accesso a una serie di informazioni che aiutano le banche a comprendere la domanda dei clienti. L’utilizzo di tali informazioni consente all’innovazione di penetrare e sviluppare molte più funzionalità a vantaggio dei clienti.

2. I trasferimenti di rimesse sono più economici e veloci.

Statisticamente, 32 miliardi di dollari vengono spesi per le rimesse transfrontaliere. Quindi, se sei una persona che invia regolarmente denaro alla tua famiglia o ai tuoi amici in altri paesi, stai pagando una grossa somma come spese di transazione. Tuttavia, utilizzando fintech, risparmi denaro sul trasferimento di rimesse e hai l’opportunità di pagare utilizzando l’infrastruttura blockchain.

3. Sfrutta il tuo consulente finanziario personale

Il mercato è pieno di app di gestione finanziaria che si prendono cura dei tuoi soldi utilizzando dati transazionali o intelligenza artificiale. Questo aiuta a comprendere il comportamento di acquisto del cliente e fornisce loro piani adatti alle loro esigenze. Queste app per la gestione del denaro valutano le tue entrate e le tue spese per un mese e ti incoraggiano a risparmiare più denaro.

4. Vai senza contanti

I fornitori di pagamenti digitali sono una parte importante del settore fintech. Questi ti aiutano ad andare senza contanti e a pagare direttamente tramite la tua banca. L’82% degli americani effettua pagamenti digitali, inclusi acquisti online in-app o anche basati su browser. L’industria fintech ha completamente cambiato le dinamiche di gestione del denaro. Ora puoi trasferire rapidamente denaro alle persone in pochi secondi e senza costi aggiuntivi.

5. Paga tramite bitcoin

I portafogli virtuali sono anche un prodotto fintech, che consente di archiviare, ricevere e inviare denaro utilizzando criptovalute. Molte grandi aziende come Subway, Dell, Expedia accettano pagamenti tramite bitcoin. Queste monete sono basate sulla tecnologia blockchain che le rende relativamente sicure e facili da trasferire.

1. Criptovaluta

Crypto è l’ultima valuta creata nel 2009, presumibilmente dallo sviluppatore Santoshi Nakamoto. Il motivo principale per cui il mercato delle criptovalute è fiorito nel decennio in quanto non ha richiesto intermediari. Questi bitcoin si basano sulla tecnologia blockchain, in cui le informazioni vengono distribuite attraverso i canali come blocchi, quindi diventa impossibile hackerare. Queste criptovalute non sono regolamentate né legate alle norme nazionali, rendendo più facile per le persone effettuare pagamenti oltre confine. Molte grandi aziende hanno già iniziato ad accettare criptovalute come bitcoin ed ethereum per effettuare pagamenti.

2. Blockchain

La tecnologia blockchain sta rivoluzionando il settore fintech. Proprio come suggerisce il nome, le blockchain sono blocchi in lunghe catene. Le informazioni memorizzate in questi sono distribuite su tutta la rete. Quindi, rompere un singolo blocco non ti darebbe alcuna informazione cruciale a meno che tu non avessi tutti i pezzi insieme. Blockchain funziona come un libro mastro in cui le transazioni di denaro vengono timbrate in ordine cronologico, il che è importante per estrarre dettagli accurati. Anche i mercati NFT, i sistemi operativi IoT, la condivisione dei dati medici, i contratti intelligenti, lo scambio di criptovalute si basano su questa tecnologia.

3. Open banking

L’open banking si riferisce al sistema in cui fornisci a consulenti finanziari di terze parti l’accesso ai tuoi dati personali e finanziari. I sistemi di gestione della liquidità, i depositi di assegni senza carta, le app per i consulenti finanziari personali sono tutti basati sul framework dell’open banking. Possono esserci app in grado di memorizzare i dati della tua carta e, quando ne hanno bisogno, i consumatori possono effettuare pagamenti direttamente o accedere ai contanti tramite gli sportelli automatici. Possiamo anche creare un’API semplice, accessibile e scalabile che aiuta a fornire agli utenti un ambiente simile a una banca.

4. Insurtech

Insurtech è una fusione di assicurazione e tecnologia. Il settore assicurativo si è drasticamente evoluto dalla raccolta e dall’investimento di denaro all’offerta di servizi assicurativi in ​​bundle con rendimenti eccellenti. Negli ultimi decenni, il rischio ei rendimenti calcolati sono stati effettuati da attuari esperti in matematica. Ma, con l’intelligenza artificiale e i big data, ora possiamo valutare questi numeri in pochi secondi con molta più chiarezza. Queste tecnologie tracceranno i dati da tutte le fonti per ottenere i numeri corretti.

5. Regtech

La tecnologia di regolamentazione è un concetto completamente nuovo. Questo aiuta le aziende a rispettare le normative e salvarle dalle sanzioni. Il rapporto sui costi di conformità 2018 di Thomson Reuters afferma che un nuovo aggiornamento normativo viene effettuato in 7 minuti . Quindi, a volte è umanamente impossibile per le aziende tenere traccia di tutte le normative. L’uso di un’intelligenza artificiale avanzata aiuta contro i rischi e aumenta la precisione. In questo modo, le aziende possono sbloccare nuove opportunità senza compromettere le normative aziendali.

6. Robo-consulenti

I robo-adviser sono consulenti finanziari digitali che gestiscono i tuoi investimenti e ti danno consigli sul denaro in base ai tuoi obiettivi e alle tendenze di acquisto. Usano anche l’intelligenza artificiale e i big data per approfondire e formulare raccomandazioni accurate. Questi utilizzano i dati collettivi del tuo conto bancario, le transazioni di debito e credito e gli investimenti passati effettuati per comprendere il tuo comportamento finanziario. I Robo-Advisor aiutano anche i consumatori a gestire le loro spese monetarie e incoraggiano maggiori risparmi.

7. Sicurezza informatica

La sicurezza informatica e il fintech sono collegati al nucleo. Con lo sviluppo arriva il rischio di attacchi informatici dannosi per qualsiasi organizzazione. Le grandi banche globali non possono permettersi di perdere i propri clienti a causa anche di problemi di sicurezza minori. Le banche e gli istituti finanziari sono sempre soggetti a rischi per la sicurezza. Può essere sotto forma di furto di identità, riciclaggio di denaro, attacchi di malware e spoofing. Queste minacce possono essere risolte adottando solide tecnologie di sicurezza informatica.

Conclusione

Il futuro del fintech è luminoso. Il settore è pieno di opportunità e possiamo vedere che molte delle tue nuove tecnologie stanno emergendo. Ha completamente cambiato il modo in cui concepiamo, usiamo o sfruttiamo i servizi finanziari. E, con più persone che utilizzano i servizi finanziari digitalmente, vedremo funzionalità più avanzate per rendere le azioni di denaro facili e accessibili.

Tratto da Solutelabs.com

Articoli correlati

Orari

 Lunedì - Venerdì
 10.00 - 13.00
 14.30 - 16.30